Browsing Category

News e curiosità dal mondo dei viaggi

Cinque giorni a Parigi

Volete passare una breve ma intensa vacanza in una delle città più belle del mondo spendendo poco?

Che voi siate una coppia di innamorati, single alla ribalta o un gruppo di amici viaggiatori, quest’itinerario può fare davvero al caso vostro. Il nostro budget di partenza che comprende sia il volo che l’alloggio non deve superare i 200/250 euro. Con Ryanair potete prenotare un volo andata e ritorno da Bologna/Roma/Milano a Parigi Beauvais con soli 19 euro a volo. N.B. una piccola premessa o consiglio come meglio preferite: bisogna prenotare con almeno 2 mesi di anticipo, e dico almeno, perchè prima si prenota e più possiamo trovare offerte convenienti per la nostra vacanza. Quindi dicevamo, con 38 euro abbiamo il nostro viaggio andata e ritorno. Ci resta un budget di 212 euro… “Troppo poco!” direte voi, e invece no!. Se provate a farvi un giro, ovviamente sempre con largo anticipo, su qualche sito come HouseTrip, si possono trovare degli appartamenti, sia in centro che in periferia, al prezzo di 50 euro a notte, compresi di tutti i confort come internet, tv ecc.. Ovviamente per la maggior parte degli appartamenti a questo prezzo è preferibile essere in 2 per avere un soggiorno piacevole, in 3 o 4 potreste iniziare a stare leggermente stretti. Quindi ricapitolando con 250 euro abbiamo anche il nostro appartamento, 125 euro a persona il totale di 5 giorni. Avevamo un budget di 212 euro, ce ne rimangono 87, con 62 euro possiamo comprare la nostra Paris visite (indispensabile) per 5 giorni nelle zone da 1 a 5 (vedi mappa) che ci permette di muoverci con tutti i trasporti pubblici per la città senza pagare niente. Ricapitolando abbiamo speso 225 euro per un appartamento in centro tutto nostro per 5 giorni, un viaggio andata e ritorno e la carta d’accesso a tutti i trasporti cittadini, ci restano 25 euro per prendere il bus dall’ aereoporto di Beauvais alla città di Parigi.

paris_pic

PRIMO GIORNO

Arrivati a Parigi supponiamo che la vostra prima giornata di viaggio sia in parte dedicata alla sistemazione nel vostro alloggio. Per questo motivo vi suggeriamo come prime tappe del nostro breve itinerario solo la Tour Eiffel e un giro sulla Senna.

Non c’è modo migliore per cominciare il vostro soggiorno a Parigi che lasciarvi emozionare dal monumento più celebre della capitale francese: la “Tour Eiffel”. Vi suggeriamo pertanto di prendere la metro o il bus per dirigervi a “Trocadero” – la terrazza panoramica del Palais de Chaillot – il punto che vi regala la migliore visuale di questo monumento.  Lì potrete scattare un’indimenticabile fotografia e scendendo le scalinate della terrazza, raggiungere la Tour Eiffel e magari salire su all’ultimo piano.

Dopo la Tour Eiffel vi consigliamo di fare un giro in battello con i Bateaux Parisiens o i Bateaux Mouches (max. entro le 21.00 – consulta gli orari Battelli nella sezione dedicata “Minicrociere in Battello”) i cui porti d’imbarco sono raggiungibili a piedi dalla Tour Eiffel e sono rispettivamente il Port de la Bourdonnais e il Port de La Conference. Con un giro in battello potrete percorrere la città attraverso la sua strada più suggestiva, ovvero il fiume Senna. La sera potete fare un giro per il quartiere latino della Rive Gauche.

SECONDO GIORNO

Intera giornata da dedicare alla visita del Louvre. Nel tardo pomeriggio a piedi potrete raggiungere, passando per il Pont Neuf, l’Ile de la Cité con la cattedrale di Notre Dame, la Conciergerie e la Sainte Chapelle. Se intendete visitare tutti questi monumenti vi consigliamo di acquistare la carta Museo che vi permetterà di risparmiare sulle quote d’ingresso.
Per la sera, se non avete già impegni, fate un giro alla Butte aux Cailles!

TERZO GIORNO

Se la mattina del terzo giorno dopo essere stati in giro per 48 ore volete dormire un pò, non ve ne faremo una colpa, ma potete fare una capatina al vostro risveglio al cimitero di Père-Lachaise, che detto così può sembrare equivoco, ma a parte gli scherzi non vi pentirete di questo luogo sacro dove riposano i più grandi. Oscar Wilde, Edith Piaf, Jim Morrison, Marcel Proust ecc….

Nel pomeriggio vi suggeriamo una lunga ma piacevole passeggiata dalla Place de l’Opéra all’Arco di Trionfo. Potete fare una sosta alle Galeries La Fayette, poi passare per l’elegante Place Vendome, la commerciale Rue de Rivoli e la maestosa Place de La Concorde. Da questa gigantesca e meravigliosa piazza risalite per gli Champs Elysées fino all’Arco di Trionfo.

Gli Champs Elysèes con i tanti bar, locali, ristoranti e cabaret, riusciranno facilmente ad intrattenervi anche per la serata.

QUARTO GIORNOparigi_19

La mattina potete passarla visitando Montmatre, la parte alta della città, prendete la metro in direzione Abesses e poi la funicolare per arrivare al Sacro Cuore. Dopo la visita della chiesa e del quartiere degli artisti, ai piedi della collina avrete il tempo per una sbirciatina nel quartiere di Pigalle e per qualche foto al Moulin Rouge. Da Clichy prendere la Metro fino a Rambuteau (dovrete probabilmente fare dei cambi) per raggiungere nel pomeriggio il quartiere del Marais, lì concedetevi una visita del Museo di arte contemporanea del Centro Pompidou (che chiude alle 21.00) e poi al seguito lasciatevi andare ad una passeggiata nel pittoresco quartiere del Marais.

QUINTO GIORNO

A vostra scelta l’itinerario dell’ultimo giorno. il quartiere della Bastille, il Pantheon o meglio Versailles se volete lasciare questa città davvero entusiasti di ciò che avete visto. Il ritorno a Beauvais è consigliabile farlo di giorno, ma solo perchè l’aereoporto chiude alle 23 per poi riaprire alle 6 di mattina. Quindi a meno che non abbiate una tenda nella vostra valigia ed è il 15 agosto non vi conviene arrivare di sera se il vostro volo di ritorno è la mattina alle 8.
Per tutto il resto c’è mastercard potremmo dire ma forse è meglio BON VOYAGE!!!

download

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Come e cosa visitare negli Stati Uniti del sud

Un viaggio nel sud degli Stati Uniti che comprende gli stati che si affacciano sul golfo del Messico e sull’oceano atlantico, può essere una delle esperienze più interessanti della propria vita. Gli itinerari da poter percorrere in questo vasto e sconfinato territorio sono vari. Visitare questa zona dell’America significa andare alla scoperta dei luoghi dove sono nati il Blues, il Jazz, il rock’n’roll e la country music, vuol dire scoprire l’atmosfera che ha generato queste fantastiche peculiarità culturali così da poter rivivere direttamente la magia di questi territori.
Ma non c’è solo la musica: il sud degli Stati uniti sono anche anche natura, colore, e spazi enormi, grandi città, piccole cittadine, mare e maestose catene montuose.
Il sud è generalmente famoso per essere la zona più originale di questo sconfinato paese.
Il viaggio inizia dalla Florida, questa lingua di terra che si affaccia nei Caraibi, rappresenta la sintesi perfetta tra lo stile inconfondibile del sud-est e la modernità, con alcune delle città più belle del paese, da Orlando sede di numerose attrazioni, con i suoi parchi da golf, i suoi parchi divertimento e ristoranti di fama mondiale. Poco distante si trova il famosissimo Walt Disney World, metà di grandi e piccini, e la Gold Coast, che s estende per centinai di chilometri un paradiso fatto di spiagge sabbiose, shopping, e di una movimentata vita notturna. Nella parte più a nord le contee di Palm Beach, Boca Raton e Boynton Beach offrono un’ottimo alternativa alle grandi metropoli. Miami assieme a Key West sono le località più visitate, sicuramente da non perdere.
Atlanta, nello stato della Georgia, una delle più grandi metropoli del sud, la città di Martin Luter King, possiede diverse attrattive dal vecchio centro, che sta tornando alla luce, alla sede del World of Coca Cola, è inoltre il quartier generale della CNN il network più famoso del mondo.
Salendo un più a Nord nello stato del Tennessee, è Nashville il luogo da scoprire la capitale mondiale della musica country. Ha un fascino un pò rustico, è molto piacevole percorrere il centro sul fiume navigabile che lo attraversa e passeggare tra gli edifici ultramoderni che si alternano ai vecchi grattacieli ristrutturati. Consiglio però di visitare prima Lynchburg, sede di produzione del whisky più famoso al mondo, Jack Daniel’s Whiscy.
Muovendo più a sud si cambia colonna sonora, affrontando infatti un breve spostamento da fare preferibilmente in macchina, come per tutti gli spostamenti da fare nel sud, si arriva a Memphis, la città del mito del rock’n’roll, Elvis Presly, da qui si parte con il Blues che fa da padrone fino all’estremo sud, fino ad arrivare alla Louisiana, seguendo il percorso del Mississipi, tappa centrale di un ipotetico itinerario. Da percorrere qui sono le variopinte e frenetiche strade di New Orleans la patria del Jazz, dove le feste sono all’ordine del giorno. Il divertimento è garantito camminare e imbattersi in splendide case coloniali coloratissime o in sfilate occasionali è una certezza.
Muovendo verso ovest, passando per l’esteso Texas con le sue moderne città, Houston e Dallas, si arriva in Nevada, dove la Death Valley, oltre Las Vegas, sono le attrazioni più famose e di notevole interesse. La prima ( che in realtà quasi interamente in California ) offre uno scorcio desertico fuori dall’ordinario, un paesaggio unico nel suo genere.
Dopo essere partiti dalla Florida si arriva nell’assolata California, con le sue spiagge immense, Santa Monica, Santa Barbara, e le sue due immense metropoli, Los Angeles, la capitale mondiale del cinema con la piccola cittadina di Holliwood, la magnifica San Francisco con la sua baia, il famosissimo Golden Gate, e una vita notturna molto varia, capace di soddisfare tutte le più strane peculiarità.
Il sud degli Stati Uniti quindi offre tanto, dal divertimento alla cultura, alla musica, ed è l’originalità della sua gente ad essere forse la vera scoperta da fare e condividere.

sri lanka low cost: seconda puntata

Negombo-Kandy in pullman non è uno di quei tragitti che si ricordano particolarmente per le meraviglie paesaggistiche o cittadine, però non dura nemmeno tantissimo e non mi assordano con musica indigena a tutto volume.

Scaricata a lla stazione dei pullman, che non è atro se non un posto lungo la strada in cui hanno deciso di fermarsi, negozio sul prezzo di un tuk tuk fino a saranankara street dove ho letto esserci delle guest house.

Come in In dia, seppur in misura  notevolmente ridotta, la gente è un po’ appiccicosa e subdola:per esempio il mio autista mi chiede 50 rupie in più solo per essere dovuto andare fino in cima alla salita e non fermarsi all’iinizio della strada.

Dopo aver chiesto innun paio di posti mi decido per una stanza con bagno in comune ma una specie di cucina vicino al letto che costa 1500 rupie al Lakshmi guest house. E’ carino,pulito e a dieci minuti a piedi dal algo, vero centro della cittadina.

A perte il lago coi suoi meravigliosi animali, le inferriate agli edifici perchè le scimmie sono ovunque e la carenza di zanzare dovuta alle temperature molto più basse, non trovo particolari attrattive. artiolo

Il tempio centrale è grande ma uguale a milioni di altri e non particolarmente curato e c’è un imponente Buddha che sovrasta la parte abitata e che mi richiede un’ora di cammino per ragggiungerlo.

C’è un mercato importante dove mi reco per comprare del the e dove vengo subito circondata da sedicenti guide che mi offrono pasmine, alberghi,taxi, gioielli e via discorrendo. Quasi tutti questi parlano italiano, o ci provano!art2

Alle otto di sera i ristoranti e qualunque attività chiude e si rischia di rimanere senza mangiare. Consiglio caldamente un posto sulla strada gestito da musulmani dove per 300 rupie puoi mangiare riso o polpette o pesce fino a saziarti.

Kandy è lo snodo centrale dell’isola quindi penso che mi adopererò per prendere un treno fino a Ella, magari con qualche tappa intermedia e sperando che la scimmia che vive appostata alla mia finestra non decida di seguirmi!

Viaggio a Lisbona! Volo+Albergo dal 20 luglio tutto compreso a soli 254 euro a testa per 6 giorni!!! Itinerario di viaggio e consigli su dove ascoltare il Fado!

Uno dei modi migliori per passare una bella serata a Lisbona è senza dubbio andare in cerca di un buon locale di fado, dove ascoltare questa meravigliosa e malinconica musica tradizionale portoghese.
Avvicinarsi al fado significa conoscere meglio un pezzo di storia di Lisbona e della sua cultura più genuinamente popolare. Il fado è infatti sorto proprio a Lisbona, nei quartieri poveri a ridosso del porto (come l’ Alfama, Bica, Mouraria). Nato nell’ Ottocento, è un genere musicale ancora molto vivo e praticato a Lisbona e in tutto il Portogallo.
Il fado (la parola fado viene dal termine latino fatum, ovvero destino) articola i suoi canti e le sue melodie intorno a tematiche esistenziali tristi, che hanno a che fare con l’ indecifrabilità del destino, le amarezze e le difficoltà del vivere quotidiano, la nostalgia e i desideri spesso frustrati dell’ uomo. Assistere ad un autentico spettacolo di fado è una delle esperienze più intense che un viaggio a Lisbona possa regalare.

Che cosa aspettate?? Perché non godervi una vacanza quest’estate ascoltando le magnifiche note dei musicisti di fado! Vi proponiamo un pacchetto compreso di volo+hotel a partire da soli 254 euro a persona per 6 notti dal 20 Luglio 2015, cliccando sul link in basso potete valutare anche eventuali altre opportunità e date ad un prezzo leggermente più alto. Inoltre nel pacchetto è compreso il vostro trasporto in auto dal’albergo all’hotel e viceversa! Cliccate qui sul link riportato: Prenota qui il tuo pacchetto volo+hotel a soli 245 euro a persona per 6 notti a Lisbona!

A Lisbona ci sono diversi locali e bar di fado: posti molto piacevoli, dall’ atmosfera intima e raccolta, dove si può anche cenare durante lo spettacolo.
Il quartiere migliore in cui ascoltare il fado è senza dubbio l’ Alfama: qui è nato questo genere e qui le case di fado sono più che in altri quartieri riuscite a mantenere la propria autenticità senza scadere in proposte turistiche artificiose e senza qualità. Ad esempio alcuni buoni posti dove sentire il fado nel quartiere dell’ Alfama sono il Parreirinha de Alfama (indirizzo: beco Espanha 1), il Sr. Fado nelle vicinanze del Parreirinha, il Clube de Fado-Mário Pacheco (Rua São João Praça 92/4) e la Mesa de Frades (Rua dos Remédios 139 A).
Non che i locali di fado degli altri quartieri siano tutti da scartare, ma sicuramente sono più turistici di quelli dell’ Alfama. Nel Bairro Alto i locali di fado migliori sono l’ Adega do Ribatejo e la Tasca do Chico (entrambi in Rua Diário de Notícias) e la casa di fado A Severa (Rua das Gáveas 51).

Viaggio in Turchia: i Camini delle Fate in Cappadocia

Chi è già stato in viaggio in Turchia sa che una delle regioni più belle da visitare è senza dubbio la Cappadocia, sia per la sua generale bellezza paesaggistica, sia per quelle singolarissime guglie laviche dalla forma conica che si possono trovare solo qui. Sono i Camini delle Fate: l’ altipiano di questa regione nel cuore della Turchia (siamo nell’Anatolia centrale) ha subito nel corso di anni l’ azione di due vulcani (oltre a quella dei fiumi e degli agenti atmosferici) che hanno corrugato e increspato il terreno fino a formare tutta quella serie di torrette, coni, crepacci, obelischi, canyon e picchi rupestri che oggi è possibile ammirare in Cappadocia in tutta la loro perfezione. Sono “sculture” incise nella pietra con tanta precisione che sembra esserci lo zampino dell’ uomo, invece è tutto merito solo della natura. Spesso poi le rocce dei Camini delle Fate (prevalentemente rocce tufiche) sono ricche di sfumature cromatiche molto affascinanti (rosa, rosso, color oro, verde, grigio), il che le rende ancora più spettacolari da vedere. In alcuni camini delle fate sono visibili i segni delle vecchie dimore troglodite scavate dagli eremiti: si notano perchè ci sono ancora i buchi scavati nelle rocce. I migliori Camini delle Fate li troverete nella Valle di Devrent, mentre nella Valle di Çatalkaya ci sono quelli più particolari (a forma di fungo).

Dormire in alta quota di fronte al Monte Rosa: il Bed & Breakfast Alpe Sattal (Alagna)

Agli appassionati di montagna (ma non solo a loro) voglio consigliare un soggiorno in una struttura molto particolare. Si tratta di uno dei pochi (molto probabilmente l’ unico) bed & breakfast in montagna ad alta quota: si trova all’ Alpe Sattal, a ben 2097 metri di altezza. Il bed & breakfast Alpe Sattal dispone di 6 posti letto in tutto (2 matrimoniali e 2 singoli in letti a castello), con ricca colazione a buffet compresa nel prezzo del pernottamento.
Aperto tutto l’ anno, il B&B Alpe Sattal (www.alpesattal.com) si raggiunge partendo da Alagna ( fraz. Ronco, a 1254 metri di altezza) e seguendo il sentiero 9, un percorso escursionistico di circa due ore che non presenta particolari difficoltà, quindi è fattibile da tutti. Il B&B è gestito da Giuseppe, che abita qui da solo.
Il posto in cui sorge lascia semplicemente senza parole: la sagoma imponente del Monte Rosa domina il suggestivo panorama e regala delicate sfumature rosate all’ alba e al tramonto.
Il B&B è stato messo in piedi dallo stesso Giuseppe, che ha acquistato anni fa la struttura rimettendola interamente a nuovo (era in condizioni di completo abbandono) per inseguire il suo sogno di vivere nella pace e nel silenzio di questo paradiso montano. E il suo sogno è riuscito a realizzarlo: ora chi lo desidera può condividerne un pezzetto, trascorrendo qualche giorno in questa “baita” calda e accogliente. Con la compagnia dei monti, di Giuseppe e della sua nobile lezione di vita riassunta nelle parole che campeggiano all’ ingresso del bed&breakfast: “Quassù, ora, ti puoi fermare nella semplicità della vita in quota. Riposare, rifocillarti, lasciar liberi i pensieri di giocare con le stelle. Non dimenticare che quassù sei ospite del mio sogno, armonia di intense fatiche e sottili esigenze del cuore. Ma, soprattutto, quando scenderai a valle, tieni stretti in mano i tuoi sogni”.

Consigli di viaggio per i voli low cost

Con tutte le compagnie aeree low cost disponibili, ormai da tempo viaggiare non è più una prerogativa solo delle fasce medio alte: tutti o quasi tutti possono oggi togliersi lo sfizio di viaggi e vacanze in qualsiasi periodo dell’ anno e in posti anche lontani. Basta saper cercare le offerte orientandosi nel marasma delle mille promozioni proposte dalle compagnie aeree. E’ importante seguire alcune regole: anzitutto bisogna tenere presente che il fattore tempo è fondamentale se si vogliono risparmiare soldi sui voli. Infatti di solito più un volo si riempie, più i prezzi dei posti rimasti salgono, quindi aspettare serve solo a far lievitare le tariffe e aumenta le probabilità di pagare prezzo pieno. Prenotare con largo anticipo significa invece risparmiare parecchio. Per cercare sul web le migliori offerte consiglio inoltre di consultare direttamente i siti delle compagnie aeree (anche perchè i normali motori di ricerca spesso non includono le promozioni di tutte le compagnie low cost) e di prenotare sempre attraverso il sito stesso, è più sicuro e conveniente (le intermediazioni si pagano). Una volta trovato un bel volo low cost è buona norma leggere bene tutte le clausole, perchè a volte le offerte non sono chiarissime e tariffe aggiuntive (come tasse aeroportuali, supplementi e commissioni varie) rischiano di far aumentare in modo vertiginoso prezzi che all’ inizio sembravano così convenienti. In particolare bisogna prestare attenzione alle regole sul peso dei bagagli, perchè contravvenire alle norme significa pagare sovraprezzi non da poco. Di solito (non sempre però) il peso massimo consentito dalle compagnie

low cost per i bagagli è inferiore rispetto a quello consentito dalle compagnie di bandiera e comunque varia a seconda della compagnia. Stesso discorso per i bagagli a mano. Prima di prenotare un volo low cost bisogna insomma informarsi bene, in questo modo potrete evitare brutte sorprese e risparmiare davvero. E infine, per utilizzare un volo low cost per il proprio viaggio bisogna disporre di un certo spirito di adattamento, perchè pagare poco un biglietto aereo significa spesso partire e atterrare in aeroporti minori, in posizione decentrata (quindi bisogna informarsi su come raggiungerli) e ad orari un pò scomodi. Ma vale certamente la pena affrontare questi piccoli problemi per avere la possibilità di risparmiare e quindi di viaggiare di più!

Viaggio a Madrid: i quartieri della movida nella capitale spagnola. Locali e bar a Madrid

Uno dei più grandi piaceri di una vacanza a Madrid è senza dubbio la sua folle vita notturna: la capitale della Spagna è infatti il top in Europa quando si parla di divertimenti notturni.

Praticamente tutti i quartieri di Madrid abbondano di discoteche e locali, ma alcune zone sono particolarmente movimentate e frequentate di notte. A cominciare ad esempio dal quartiere di Malasaña con la plaza Dos de Mayo, tradizionale punto di ritrovo serale e notturno di giovani e meno giovani. Molti locali di musica rock anni Settanta e Ottanta nel quartiere di Alonso Martinez, mentre a Chueca, la zona gay, ci sono molte discoteche di musica elettronica, punk, rock, house e techno. Lavapies è un altro quartiere in cui fare tappa la notte perchè ricchissimo di discoteche, bar e locali, come anche le zone dello stadio Bernabeu e di Huertas. Meglio evitare invece la zona di Puerta del Sol: è vero che ci sono tanti locali, ma sono quasi tutti molto turistici. Eccovi invece alcuni dei locali più frequentati dai madrileni: in Calle de Barceló 11 c’ è il celebre Pacha, dove vengono organizzate le feste più pazze di Madrid; in Calle de la Cava Baja 27 troverete La Solea, locale perfetto per gli spettacoli di flamenco. Il Kathmandu, uno dei locali più trendy di Madrid si trova a Soenores de Luzon 3, mentre il frequentatissimo bar El Viajero è in Plaza de la Cebada 11.
Perfette per i divertimenti notturni anche le zone di Plaza de Santa Ana e di Calle Huertas.

Anna Blume: dove mangiare a Berlino nel quartiere di Prenzlauler Berg

 

A Berlino, nel cuore del quartiere di Prenzlauer Berg (in Kollwitzstraße 83), c’ è un locale che consiglio di non perdere se avete in programma un viaggio nella capitale tedesca. Il locale si chiama Anna Blume e il suo particolare nome viene dal titolo di una poesia dadaista.
E’ un posto ideale per la prima colazione o per il brunch: vi verrà servito di tutto (marmellate, frutta, verdure, formaggi, ottimo pane, uova).

Anche il caffè è buono, per non parlare poi delle irresistibili torte…I l servizio è perfetto e il locale ha una grande atmosfera, anche perchè ha la particolarità di essere associato ad un negozio di fiori. Inoltre i prezzi sono più che onesti. Se c’ è fila fuori (cosa molto probabile perchè Anna Blume è un locale molto frequentato) non vi scoraggiate e aspettate pazientemente che si liberi un tavolo (quando il tempo lo permette ci sono anche dei tavolini all’ aperto), perchè ne vale proprio la pena.

Porto Santo, Madeira (Portogallo)Consigli di Viaggio

Porto Santo, Madeira, Portogallo

Porto Santo, Madeira, PortogalloPorto Santo (Portogallo): sole e mare nei “Caraibi d’ Europa”

Ll’ isola di Porto Santo si trova nell’ Oceano Atlantico a 40 chilometri di distanza dalla più conosciuta Madeira. Potete godere del mare e del sole durante i mesi del nostro inverno ma anche in primavera è spettacolare. Porto Santo appartiene al Portogallo e gode di un clima secco che rende fattibile e piacevole un viaggio in qualsiasi periodo dell’ anno. Il clima perfetto unito al mare cristallino, alla lunga (9 chilometri) spiaggia dorata e ai paesaggi naturali da favola hanno fatto guadagnare a Porto Santo l’appellativo di “Caraibi d’ Europa”.

Relax e natura

Porto Santo non è ancora stata toccata dal turismo di massa, non è una meta di viaggio ancora conosciutissima come la vicina Madeira. Questo è indubbiamente un vantaggio perchè è ancora molto incontaminata,  anche tranquilla e appartata. Non pensiate che non ci sia nulla da fare. Benchè molto tranquilla, Porto Santo è ad esempio un’ isola perfetta per chi ama praticare sport. Immersioni, windsurf, escursioni in barca, pesca, tennis, trekking e/o bicicletta, equitazione, golf: sono solo alcuni degli sport che è possibile praticare. Consiglio di visitare le Isole Isole Desertas e Selvagens, due piccoli gioielli naturali disabitati posti proprio di fronte a Porto Santo

Certo, se cercaPorto Santo, Madeira, Portogallote vita notturna sfrenata allora Porto Santo non è la vostra meta di viaggio ideale. Da questo punto di vista non ha molto da offrire, ma se volete tranquillità e amate la natura allora una vacanza a Porto Santo è assolutamente consigliabile.

Talasso Terapia

Un viaggio a Porto Santo può inoltre diventare una vera e propria vacanza benessere, perchè nell’ isola viene molto praticata la talassoterapia grazie alle riconosciute proprietà benefiche e curative delle sue acque marine.
Un ultimo consiglio: dedicate un pò di tempo anche a visitare il quartiere di Vila Baleira, ovvero il quartiere vecchio di Porto Santo, molto affascinante con le sue intricate stradine e gli stretti vicoli.