Naturastoriadivertimento: questi gli ingredienti di una perfetta giornata all’insegna dello svago, soprattutto durante la bella stagione. Dove trascorrerla? Una buona opzione potrebbe essere rappresentata dai “Gemelli del Vulture”: sono così chiamati, da alcuni, i laghi di Monticchio. Monticchio, piccola frazione facente parte dei comuni di Atella e di Rionero in Vulture, in provincia di Potenza, è infatti, una delle località più incantevoli della Basilicata e dell’Italia in generale. Sorge sulle pendici del monte Vulture (antico vulcano dell’Appennino meridionale) e si caratterizza per lo spettacolare scenario naturale creato dai suoi laghi.

Monticchio, una storia incerta

Incerte e scarse sono le informazioni circa le origini storiche di Monticchio. Sappiamo, però, che i Normanni furono tra i primi popoli a insediarsi nel territorio. Essi scelsero, come residenza, il Castrum Monticuli, castello in località San Vito edificato, con molta probabilità, già prima del loro arrivo. Tra il X e il XIII secolo si stanziarono, in quest’area, diversi ordini monastici. Fra questi i Monaci basiliani che fuggivano dalle lotte iconoclaste e i Benedettini, stabilitisi nella zona per arginare l’influsso della chiesa bizantina. Si ravvisano, inoltre, testimonianze del passaggio degli Svevi e di Federico II: basti pensare che la Badia di S.Ippolito presenta alcuni dettagli di costruzione in stile svevo. Pare, poi, che Monticchio fosse una delle località (oltre a Melfi, Castel Lagopesole e Palazzo San Gervasio) in cui l’imperatore svevo era solito praticare la caccia con il falcone. Nei secoli successivi Monticchio ha subito un progressivo degrado, diventando anche una vera e propria roccaforte del brigantaggio. Gli ultimi decenni, invece, segnano la crescita della località, divenuta un rinomato centro di estrazione di acque minerali grazie al gruppo Gaudianello, attivo dal 1890. Attualmente l’azienda occupa il quarto posto, in Italia, nel settore delle acque effervescenti naturali.

Laghi di Monticchio

Laghi di Monticchio COSA FARE

Come godersi al meglio una giornata di relax ai laghi di Monticchio? Ecco qualche suggerimento utile.

• INCONTRO RAVVICINATO CON IL LAGO PICCOLO. É attorno al minore dei “Gemelli del Vulture” che si concentrano le principali attrazioni. É consigliabile lasciare la propria auto, raggiungere il lago a piedi, noleggiare magari un pedalò o salire a bordo di un’imbarcazione turistica in maniera tale da poter ammirare il Vulture e l’Abbazia di San Michele Arcangelo da prospettive inedite.

• TOUR ENOGASTRONOMICO. Dopo il giro in barca, è possibile ristorarsi con le delizie culinarie del luogo, offerte dai graziosi ristoranti con vista sul lago e dalle numerose bancarelle di prodotti tipici. Tra questi, imperdibili sono il caciocavallo podolicola salsiccia e la ventresca di Rionero, il mielel’olio extravergine di oliva e il famoso vino Aglianico del Vulture.

• VISITA A PIEDI DELL’ABBAZIA DI SAN MICHELE ARCANGELO. Se si desidera osservare il lago da un’ulteriore prospettiva e godere di un panorama davvero mozzafiato, il suggerimento è quello di percorrere a piedi la lunga scalinata che conduce all’Abbazia di San Michele. 

Laghi di Monticchio
Abbazia di San Michele Arcangelo

• GIRO IN CARROZZA. Se si è stanchi per passeggiare, l’alternativa potrebbe essere un giro in carrozza. Trainati da cavalli si ha, dunque, l’opportunità di immergersi nel verde e nei paesaggi di Monticchio.

 SOSTA ALLE FONTI DEL VULTURE. Monticchio, come già anticipato, è nota per la produzione di acque minerali. Da non perdere, quindi, prima di rientrare, una tappa presso le fonti del Vulture o lo stabilimento Gaudianello.

Calendario degli eventi e delle manifestazioni

Nel mese di Settembre ha luogo, a Monticchio, la Festa di San Michele Arcangelo, l’evento più importante dell’anno organizzato dalla parrocchia Santa Maria delle Vittorie. Contemporaneamente, si svolge, nei pressi del Lago Piccolo, La Fiera di San Michele con l’allestimento di stand di prodotti gastronomici ed artigianali e l’organizzazione di spettacoli musicali, di show di falconeria e di danza. Nel mese di Dicembre, in occasione della festa dell’Immacolata, nei pressi dell’Abbazia di San Michele Arcangelo, vengono organizzati tipici mercatini natalizi.

Laghi di Monticchio
A Monticchio San Michele viene celebrato direttamente sul lago

Il clima a Monticchio

Il periodo migliore per visitare Monticchio è sicuramente la bella stagione. D’inverno il clima, infatti, è piuttosto rigido, con una temperatura media che, nel mese più freddo (Gennaio) oscilla intorno ai 4,4 °C. D’estate, invece, il clima è caldo temperato con una temperatura media di 23 °C nel mese più caldo ovvero Agosto.

Laghi di Monticchio COME ARRIVARE

Se ci si sposta in auto, occorre raggiungere, da Potenza, la Strada Statale 93 e percorrere la stessa in direzione Melfi-Foggia. Giunti a Rionero in Vulture, si procede sino alla destinazione percorrendo la Strada Statale 167.

Se, per un giorno, si ha bisogno di lasciare alle spalle il caos e i ritmi frenetici della vita quotidiana non c’è scelta più adeguata di Monticchio: un’oasi di pace, di relax dove nell’incanto della natura si ha la possibilità di ritrovare sè stessi e quella sana semplicità che a volte manca nella routine, nella piena rigenerazione di sensi e mente. 

Laghi di Monticchio MAPPA

Qui potete dare un rapido sguardo alla mappa dei Laghi di Monticchio per orientarvi meglio.

 

In this article

Join the Conversation