A chi ha in programma una vacanza a Istanbul consiglio di non perdere un’ esperienza molto interessante: assistere allo spettacolo dei danzatori (dervisci) rotanti nell’ antico monastero di Mevkevihanesi. E’ una vera e propria danza rituale che rappresenta l’ unione con Dio ed è la tipica cerimonia di culto dell’ ordine dei mevlevi, confraternita sufi turca. Vestiti solo di un lungo e largo abito bianco e di un ampio mantello scuro (che viene tolto quasi subito), i dervisci danzano e girano vorticosamente su se stessi: in questo modo vogliono simboleggiare la simbiosi e l’ identificazione con il divino. Difficile da descrivere a parole, questa danza rituale va vista in prima persona per coglierne tutto il significato e la portata spirituale. A Istanbul vengono non raramente organizzati spettacoli di dervisci rotanti anche in luoghi non propriamente “ortodossi”, come la stazione di Sirkeci o alcuni bar intorno alla moschea blu. Si tratta solo di rappresentazioni ad uso e consumo turistico, quindi consiglio di evitarle: se siete davvero interessati all’ aspetto mistico e sacrale di questo spettacolo l’ unico luogo in cui potrete assistere ad una vera danza sufi dei Dervisci è il monastero di Mevkevihanesi.