I quartieri di Londra, per la prima volta nella capitale britannica

Quando si va in vacanza per la prima volta a Londra è impossibile non essere colpiti dai molteplici mondi che racchiude: si potrebbe dire che Londra non è solo una, ma tante città perchè ogni sua zona e ogni suo quartiere sono diversissimi l’ uno...

122 0

Quando si va in vacanza per la prima volta a Londra è impossibile non essere colpiti dai molteplici mondi che racchiude: si potrebbe dire che Londra non è solo una, ma tante città perchè ogni sua zona e ogni suo quartiere sono diversissimi l’ uno dall’ altra. Per non essere “travolti” da tutta questa complessità e rischiare di perdersi cose che si vorrebbero vedere, è utile avere chiara in mente una panoramica generale della città e delle caratteristiche dei vari distretti. In questo modo ognuno può ritagliarsi in modo più consapevole il proprio itinerario di viaggio ideale a Londra.

Per cominciare diciamo che la maggior parte dei monumenti e delle attrazioni turistiche classiche di Londra si trova nel quartiere di Westminster: Buckingham Palace, il Palazzo di Westminster con le Camere del Parlamento, Downing Street, la Torre dell’ Orologio e il Big Ben sorgono proprio in questo quartiere, che quindi di solito viene visitato bene da chi va a Londra per la prima volta, perchè sarebbe strano andare nella capitale britannica senza neanche aver visto il Big Ben o Buckingham Palace. Certo, se le priorità del vostro viaggio a Londra sono altre potete anche dedicare più tempo e attenzione a visitare altri quartieri. Ad esempio se avete gusti alternativi a Westminster preferirete senz’ altro Camden Town, zona dove trova sfogo la cultura di strada londinese. Qui ci sono parecchi mercatini freak e una marea di graffiti ad abbellire il grigio dei palazzi. Il cuore del quartiere è Camden High Street, mentre a Camden Lock potrete rimpinzarvi di cibo etnico (soprattutto nelle bancarelle lungo il canale). In contrapposione a Camden Town cito invece Chelsea (abbreviazione di Royal Borough of Kensington & Chelsea), zona piuttosto esclusiva ed elegante che piacerà soprattutto a chi cerca la Gran Bretagna più classica, incarnata dallo stereotipo dell’ impeccabile gentleman inglese e da vecchie abitudini british come il tè alle cinque (non per nulla qui ci sono tantissimi Tea Shop). In questo quartiere ci sono inoltre molti ristoranti (ma tutti chic e piuttosto cari). Se Chelsea rappresenta il lato più tradizionale e antiquato di Londra, Brick Lane ha invece in sè una delle caratteristiche più attuali della città, ovvero la multiculturalità. Brick Lane è infatti il quartiere multietnico per eccellenza di Londra. Arte, cucina e moda sono le altre tre parole che meglio descrivono questa zona che è tutto un susseguirsi di ristoranti etnici, centri di moda e di arte d’ avanguardia. Shopping è invece la parola che si associa a Marylebone-Myfair, in assoluto la parte più commerciale di Londra. I maggiori negozi si trovano qui, soprattutto in Oxford Street, il cuore del quartiere. Un’ altra zona esclusiva di Londra è senza dubbio Notthing Hill, dove è d’ obbligo una tappa al celebre mercatino di Portobello. E per finire sono da non perdere Soho e Chinatown, due zone frequentatissime e animatissime sia di giorno che (soprattutto) di notte. Sono infatti quartieri ricchissimi di locali, bar, negozi e ristoranti.

In this article

Join the Conversation