Salto Angel: è in Venezuela la cascata più alta del mondo

2221 0

Salto Angel Venezuela: 1000 metri di meraviglia

Tra le tante bellezze naturalistiche offerte da un viaggio in Venezuela, una è letteralmente da Guiness dei primati: il Salto Angel è una spettacolare cascata che con i suoi 979 metri di altezza (quanto 16 cascate del Niagara messe insieme!) è la più alta del mondo.

Il Salto Angel si trova precisamente nel Canaima National Park, in una giungla piuttosto selvaggia, tanto che raggiungerla non è semplicissimo. Alcune agenzie di viaggio organizzano escursioni fino a Santo Angel: il percorso è piuttosto complesso, ma vale la pena affrontarlo perchè vi porterà ad ammirare uno degli spettacoli naturali più stupefacenti del globo.

salto angel

Bisogna arrivare in aereo alla cittadina più vicina che si trova a circa 50 chilometri dal Canaima National Park, quindi fare un percorso piuttosto lungo in canoa lungo un fiume. A questo punto “solo”  una lunga camminata nella giungla vi separa dalla cascata. Seguendo questo itinerario potrete vedere la cascata dal basso: certo se volete evitarvi la fatica del viaggio si può sempre guardare il Salto Angel dall’alto a bordo di un elicottero, ma non è assolutamente la stessa cosa.

Salto Angel, storia di un ritrovamento casuale

Gli indigeni la considerano un luogo sacro (al pari della montagna) e lachiamano “Kerepakupai-merú”, ovvero “cascata del luogo più profondo”. Salto Angel, il nome con cui la conosciamo oggi si deve invece all’aviatore americano Jimmie Angel, che nel 1933 sorvolando l’altopiano in cerca di bacini minerari scoprì quella che a tutti gli effetti è la cascata più alta del mondo.

Quattro anni dopo la scoperta, Jimmie Angel fece ritorno nell’area insieme alla moglie e a un amico, con lo scopo di arrivare in cima alla montagna. Dopo l’atterraggio, però, il veicolo si impantanò sul monte e i tre, fortunatamente illesi, riuscirono a malapena a scendere dall’altopiano. Nonostante questo grazie all’impresa il pilota guadagnò una certa notorietà, al punto che in suo onore la cascata venne ribattezzata “Angel Falls” o “Salto Angel”.

Alla sua morte, nel 1956, familiari e amici sparsero le sue ceneri da un aereo in direzione della cascata.

 

 

In this article

Join the Conversation