Browsing Tag

viaggio lisbona portogallo

Dove mangiare a Lisbona nel quartiere dell’ Alfama: il ristorante Grelhador de Alfama

Chi è già stato in viaggio a Lisbona sa certamente che la cucina è uno degli aspetti più piacevoli di una vacanza nella capitale portoghese. A Lisbona si mangia infatti molto bene, tanto e spendendo poco: nelle taverne e nei piccoli ristoranti della città le porzioni sono solitamente molto generose e i prezzi più che abbordabili. Questo vale ovviamente solo se saprete evitare i ristoranti troppo turistici, che non sono un granchè e che consiglio di non prendere in considerazione. Volendo non è affatto diffi

cile evitarli: per mangiare bene a Lisbona basta inerpicarsi per le viuzze di un quartiere come l’ Alfama, il più antico di Lisbona. Qui ad ogni angolo troverete piccolissimi ristorantini (alcuni con solo tre o quattro tavoli) dove la cucina di solito è genuina e casalinga e i prezzi convenienti.
Dei tanti ristoranti che ci sono nell’ Alfama voglio consigliarvi il Grelhador de Alfama (indirizzo: 135 di Rua dos Remédios). E’ una piccola taverna dall’ atmosfera molto gioviale: si sta proprio bene in questo ristorantino, grazie soprattutto al proprietario che è un signore di gran carisma, molto affabile e alla mano. E’ lui che prepara al momento la carne o il pesce alla griglia, piatti forti del ristorante (come del resto suggerisce il nome Grelhador de Alfama). E’ possibile vederlo all’ opera mentre griglia carni e pesci vari dietro le vetrate all’ ingresso del ristorante.
Specializzato nelle grigliate di carne e pesce questo ristorantino non ha un meno molto vario (ed è l’ unico difetto che gli si può trovare, anche se del resto è il suo tratto distintivo), ma i piatti che propone sono davvero buoni e cucinati benissimo. Ottime le sardine e le orate alla griglia, ma anche le bistecche di vitello e gli altri tipi di carne. Di solito vengono serviti anche degli antipasti a base di deliziose salsicce e ottimi formaggi. Nel complesso si spende proprio poco (calcolate circa 35 euro per due persone), considerato che le porzioni sono abbondanti.

Viaggio nella Lisbona più antica e autentica: il quartiere dell’ Alfama

Durante un viaggio a Lisbona è impossibile non visitare il quartiere dell’ Alfama, quello che più di ogni altro ha mantenuto il fascino originale di una città antica e particolare come la capitale portoghese. Solo l’ Alfama infatti è scampata al terremoto che nel 1755 ha colpito Lisbona.
Questo antico quartiere popolare (è il quartiere più antico della città: venne costruito dai Mori nell’ XI secolo) è ricco di chiese e di monumenti storici importanti da visitare. Ma la prima cosa che colpisce dell’ Alfama è l’ atmosfera vitale e popolare, il fascino come fermo nel tempo.
Il modo migliore di godersi l’ Alfama è visitarla con calma a piedi (o al massimo prendendo il celebre tram 28 che l’ attraversa tutto): in breve sarete conquistati dall’ aria genuina e paesana che si respira fra le piazzette, le ripide salite e tutte quelle viuzze labirintiche fiancheggiate da vecchie case ricoperte di azulejos e con i panni stesi alle finestre.

Per visitare i monumenti storici dell’ Alfama si può cominciare dalla Cattedrale, che a causa delle varie modifiche che le sono state apportate nel corso dei secoli presenta oggi una curiosa mescolanza di diversi stili architettonici. Fra le chiese sono da vedere anche la chiesa del Convento de Graça (che custodisce la famosa statua di Cristo dai poteri taumaturgici), la chiesa di Santa Engracia (dentro c’ è una grande cupola sulla cui cima si può salire con un ascensore interno; potete chiedere al custode di accompagnarvi. Ne vale la pena perchè il panorama da lassù è stupendo) e la Chiesa di Sao Vicente de Fora, la più antica della città, con gli interni in stile barocco. Se andate a visitare questa chiesa il martedì o il sabato allora potete fare un salto anche in Campo de Santa Clara, proprio vicino alla chiesa: qui tutti i martedì e tutti i sabato ha luogo la Feira da Ladra, un mercatino delle pulci molto conosciuto a Lisbona. Non vi resta quindi che visitare il Castello di São Jorge, che, trovandosi in cima ad una collina, regala una vista panoramica spettacolare su tutta la città. L’ Alfama è comunque un quartiere che quanto a viste panoramiche non si risparmia proprio: un’ altra vista spettacolare è quella che si ammira dal Miradouro de Santa Luzia.

L’ Alfama è inoltre nota per essere il quartiere che ha visto nascere il fado, il genere musicale tradizionale portoghese: e oggi le sue vie sono ricche di locali e ristorantini dove è possibile ascoltare il malinconico canto. Ciò rende il quartiere il posto ideale dove passare piacevolissime nottate: ma questo è un altro viaggio ancora…

 

Cosa mangiare in viaggio a Lisbona: piatti tipici del Portogallo

Chi è già stato in viaggio in Portogallo sa che uno dei tanti ottimi motivi per organizzare una vacanza in questo paese è sicuramente la cucina. La cucina del Portogallo, molto diversa da quella spagnola (diversamente da quanto molti credono), è saporita, gustosa e soprattutto varia, perchè nel corso degli anni e delle vicende storiche del paese si è inevitabilmente contaminata con i sapori tipici delle colonie portoghesi e della cucina araba. E per assaggiare le specialità portoghesi non c’ è città migliore di Lisbona, capitale anche gastronomica del Portogallo, con i suoi mille ristorantini dall’ ottima cucina e per di più molto economici.

Una delle principali caratteristiche della cucina portoghese è quella di utilizzare parecchie spezie (soprattutto cannella, peperoncino, zafferano, coriandolo, aglio e prezzemolo). Protagonista assoluto della cucina portoghese è poi il pesce, in particolare il baccalà, che secondo la tradizione viene cucinato in ben 365 modi diversi (uno per ogni giorno dell’ anno). Impossibile quindi non assaggiarlo se si va in vacanza a Lisbona (ottimo quello con le patate). A Lisbona vanno molto forte anche le sarde alla griglia, le zuppe di pesce, il riso con i gamberi, i frutti di mare (soprattutto cozze e vongole) e altri pesci ancora come il nasello, il polpo e il pesce spada. Ma a Lisbona troverete anche parecchi piatti di carne rossa: uno dei più tradizionali è il “cozido à portuguesa”, uno stufato preparato con diversi tipi di carne e con varie verdure. Sono ottime anche le salsicce, in genere un pò piccanti (lo chouriço). Spesso nei ristoranti vengono servite come antipasto accompagnate da fette di pane. Oppure vengono utilizzate per accompagnare una tipica minestra a base di cipolle, patate e cavolo.download
Chi non ama carne e pesce può buttarsi su piatti a base di verdure e legumi come la açorda (un minestrone preparato anche con il pane) e la feijoada (sostanzioso stufato di fagioli).
E per finire, ci sono i dolci: il momento migliore per gustarli è senza dubbio la prima colazione, anche perchè i dolci portoghesi sono abbastanza sostanziosi (spesso a base di uova), quindi sono perfetti al mattino. Il dolce tipico di Lisbona più conosciuto e apprezzato è il Pastéis de Belém (o pasteis de nata), una sorta di fragrante pasticcino-budino coperto di cannella oppure di zucchero. Ottimo anche il leite-crema, una ricca crema-budino preparata con le uova. Molto dolce, viene di solito consumato alla fine del pranzo o della cena piuttosto che a colazione. Nel periodo natalizio a Lisbona troverete anche il tipico Bolo Rei (una ciambella coperta di canditi) e l’ arroz doce (un budino di riso con cannella o limone).