Cosa vedere a Sintra: viaggio in Portogallo, fra natura e cultura

1062 0

La cittadina di Sintra è una località portoghese sulle colline, ai piedi dei Serra de Sintra, a solo 20 chilometri da Lisbona, nella regione dell’Estremadura. Cittadina dal ricco patrimonio culturale, Sintra può vantare un’armoniosa mescolanza, quella fra natura e cultura, che poche città hanno la fortuna di avere e che la rende una meta di viaggio estremamente interessante e di gran fascino: nascosti tra le colline ricoperte di pini spuntano qua e là palazzi stravaganti, ville lussuose e le rovine di un antico castello che la rendono una cittadina dall’ambientazione fiabesca.

Sintra è una meta imperdibile per chiunque vada in viaggio a Lisbona, infatti è facilissimo raggiungerla: dalla capitale, alla stazione di Lisbona Rossio, partono treni molto frequenti che impiegano circa 40 minuti, al modico prezzo di 4,50 euro andata e ritorno.
Per avere maggiori informazioni riguardo Sintra, i suoi parchi, i costi e le possibili di fare escursioni (anche in cavallo e in carrozza!) visitate il sito della città.

Portogallo: cosa vedere a Sintra

Viaggio a Sintra: cosa vedere

Circondata dalla ricca vegetazione della Serra, Sintra presenta lussureggianti giardini: bellissimi soprattutto i giardini de Monserrate e il Parque da Pena. La natura è un elemento caratteristico della città e le conferisce un alone magico e fiabesco.

 

sintra

Inoltre ci sono spettacolari monumenti, tutti molto interessanti. Nel centro storico ad esempio c’è l’ imponente Palàcio Real.
Da non perdere anche il Palácio da Pena, così chiamato perché si trova sul Monte da Pena. In origine era un monastero abitato, abbandonato nel 1775 a causa di ingenti danni causati da un terremoto. E’ un palazzo circondato da un parco ricco di piante esotiche ed è in stile architettonico revivalista (neo-manuelino, neo-gotico, neo-rinascimentale e neo-islamico). All’interno sono bellissimi i rivestimenti di azulejos e gli affreschi in trompe-l’oeil.

sintra

Imperdibile anche il Palácio Nacional de Sintra, splendido palazzo reale medievale, famoso anche per i due grandi comignoli conici (sono alti 33 metri), ormai divenuti uno dei simboli distintivi di Sintra. Notevole anche l’ interno, con i suoi arredi dagli stili diversi: ognuno rispecchia le preferenze dei re che di volta in volta abitarono nel palazzo.

Per finire, non si può lasciare Sintra senza aver prima visitato il Castelo dos Mouros, sulla Vila Velha. E’ un pezzo importante nella storia del Portogallo visto che che venne conquistato dal primo re del paese nel XII secolo. Sorge appollaiato su due cime della Serra, più o meno a 3 chilometri e mezzo dal centro storico di Sintra, infatti si staglia alto sulla città, fra le rocce e le querce della Sierra. Il nome ricorda il secolo della dominazione araba, ma è stato poi più volte rimaneggiato.

Anche Quinta da Regaleira è una vera chicca da non perdere: si tratta di uno stupendo palazzo ricco di giardini, fontane, guglie e grotte da poter esplorare: esistono molti percorsi non ufficiali, tra i sassi in mezzo ad uno stagno o  in gallerie completamente buie, sul fondo di un pozzo e tra scale a chiocciola, che sono davvero imperdibili per chi ama la natura e l’avventura.

Sintra

In this article

Join the Conversation